JoomlaTemplates.me by HostMonster Reviews

Maria Maddalena Morelli “Corilla Olimpica”: vita e opere di una poetessa pistoiese del XVIII secolo

Categoria: Eventi
Pubblicato: Mercoledì, 23 Novembre 2022
Scritto da Administrator - Lavinia

L’Associazione Etruria Faber Music, grazie al sostegno e alla collaborazione della Biblioteca San Giorgio di Pistoia, ha voluto fortemente l’organizzazione di un pomeriggio dedicato alla riflessione e alla riscoperta di una delle figure centrali della letteratura italiana settecentesca di stampo femminile, ossia Maria Maddalena Morelli.

Figura particolare per l’età in cui visse, nel 1771 la poetessa pistoiese Maria Maddalena Morelli (1727-1800) entrò a far parte dell’Accademia romana dell’Arcadia, con lo pseudonimo di Corilla Olimpica. La fama della Morelli andò sempre aumentando, così che il 31 agosto 1778 ottenne dal Papa Pio VI sia l’assenso all’incoronazione di poetessa laureata (la corona, a oggi, è conservata nella Basilica - Santuario della Madonna dell’Umiltà di Pistoia) e sia il conferimento del titolo di Nobile Romana.

E proprio al fine di ricordare la figura di un’artista così eclettica, che dal 2017 – anno importante per Pistoia, in quanto eletta come Capitale italiana della Cultura – l’Associazione Etruria Faber Music ha indetto una nuova avventura culturale. Grazie al patrocinio della Regione Toscana, del Comune e della Provincia di Pistoia è nato il Premio Maria Maddalena Morelli “Corilla Olimpica” – Città di Pistoia, un premio di rilievo nazione e internazionale che ha come scopo sia la riscoperta di aspetti storico-culturali pistoiesi, sia il contribuire alla libera diffusione e fruizione dell’arte letteraria in tutte le sue espressioni. Il premio prevede un’unica sezione a tema libero - solo poesia - con l’intento principale di sondare le voci poetiche emergenti permettendone la diffusione, e premiando quelle eventuali eccellenze che, solitamente, rimarrebbero nel proprio anonimato.

RELATORI

Erika BertelliItalianista, è dottoressa di ricerca in Filologia, Letteratura italiana e Linguistica (titolo conseguito presso l’Università degli Studi di Firenze). Nel 2013 ha conseguito il Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l’Archivio di Stato di Firenze. Fa parte del “Centro di Ricerca Anazetesis” e dal 2012 ha partecipato a numerose presentazioni di libri ed è intervenuta a convegni in Italia e all’estero, tra i quali si segnalano: Convegno internazionale 150 Jahre Pirandello (Bonn, 1 – 2 dicembre 2017); Congresso Adi La letteratura italiana e le arti (Napoli-Università Federico II, 7-10 settembre 2016); Giornata di studio Lieu commun et cliché dans la culture italienne du Moyen âge à nos jours (Université Sorbonne, 20 maggio 2016); Convegno Le forme del testo. Editoria e filologia in Italia tra Otto e Novecento (Università degli studi di Firenze, 17-18 maggio 2016).

Matteo MazzoneStorico della lingua italiana, è dottore di ricerca in Filologia, Letteratura Italiana e Linguistica (titolo conseguito presso l'Università di Firenze). Si occupa principalmente dello studio delle traduzioni toscane e cinquecentesche del "De architectura" di Vitruvio, analizzandone la lingua e il lessico artistico-architettonico in esse contenuto. Altri interessi di ricerca riguardano lo studio dei regionalismi d’ambito architettonico e l’analisi della lingua di Carlo Emilio Gadda. Collabora con la Redazione della Consulenza Linguistica dell’Accademia della Crusca e nel gennaio 2017 è nominato presidente del Premio Letterario Maria Maddalena Morelli – Città di Pistoia. Attualmente, oltre a svolgere attività di insegnamento presso istituti di scuola secondaria della città di Pistoia, è professore a contratto di “Lingua e Linguistica Italiana” presso l’Accademia del Lusso di Milano. È socio dell’AIPI (Associazione Internazionale Professori di Italiano) e socio dell’ASLI (Associazione per la Storia della Lingua Italiana).

Risultati VI Edizione Premio Nazionale di Poesia "Francesco Petrarca - Città di Arezzo"

Categoria: Eventi
Pubblicato: Giovedì, 25 Agosto 2022
Scritto da Administrator - Lavinia

Siamo lieti di comunicare i nominativi dei vincitori della Sesta Edizione del Premio Nazionale di Poesia “Francesco Petrarca – Città di Arezzo”.

La giuria, costituita daClaudio Santori - giornalista pubblicista, storico e Dirigente Scolastico a riposo (Presidente), Patrizia Fazzi - docente di lettere a riposo e poetessa, Vito Cozzi Lepri - regista teatrale professionista e Dirigente Scolastico a riposo, Sergio Castrucci - scrittore, saggista e poeta; collaboratore fisso alla Lettura della Domenica per La Nazione, Maria Pia Nannini - Docente di lettere - Liceo Scientifico “F. Redi”,  ha selezionato, quali meritevoli di premio, le seguenti liriche:

CATEGORIA "Piccoli Poeti": NESSUN PREMIO – NESSUNA SEGNALAZIONE

CATEGORIA "Canzoniere": NESSUN PREMIO – NESSUNA SEGNALAZIONE

CATEGORIA "Ragazzi": NESSUN PREMIO – NESSUNA SEGNALAZIONE

CATEGORIA "Adulti":
Sono stati assegnati i seguenti premi:

I Premio “Non nasconderò le mie ferite” di Maria Anna Martino (Bagnolo Cremasco – CR)

II Premio ex aequo: “Pioggia” di Gianluigi Aceti (Cava Manara – PV)
II Premio ex aequo:“Per un amico” di Maurizio Bacconi (Roma)

III Premio ex aequo: “Umberto Saba e le fanciulle” di Luigi Paglia (Foggia)
III Premio ex aequo: “Avanza il tempo” di Massimo Zona (Calvi Risorta – CE)

La giuria, inoltre, ha ritenuto di poter segnalare come particolarmente meritevoli le seguenti poesie:

"Rue Hautefeuille" di Fabio Bosco (Torino)
"Ultimo alito d’estate" di Alessandro Agostini (Serravalle Pistoiese – PT)

I nostri più vivi complimenti a tutti i partecipanti a questa edizione del Premio “Francesco Petrarca – Città di Arezzo” e congratulazioni agli autori delle poesie vincitrici.

Presentazione libro "Il diario di Lea" a cura di Susanna Daniele

Categoria: Eventi
Pubblicato: Sabato, 16 Aprile 2022
Scritto da Administrator - Lavinia

Vi aspettiamo:

Sabato 30 Aprile 2022 ore 10,30
presso la Sala Emeroteca
della Biblioteca Comunale "Leandro Magnani"
di Montecatini Terme.

ATTENZIONE è necessaria la prenotazione al n. tel 0572 918700 o alla mail biblioteca@mct.it

Interverranno:

Matteo Mazzone - Università di Firenze
Susanna Daniele - Giornalista e curatrice del libro
Silvia Prioreschi - Attrice

"Sono fermate, in queste pagine ingiallite dal tempo, piccole storie che intersecano la grande Storia. Credo di essere stata la prima persona, da allora, ad aver aperto e letto quel diario che ho trascritto non soltanto con la devozione di figlia, ma anche con l’atteggiamento di chi trova un documento storico unico e decide di consegnarlo alla memoria della collettività."

(Dall’introduzione di Susanna Daniele)

Lea ha consegnato a queste pagine il racconto vivo della sua giovinezza, trascorsa durante gli anni più terribili della Seconda guerra mondiale, dalla fine del 1942 all’estate del 1944. Colpisce la matura consapevolezza della ragazza, che nell’incipit del diario esplicita il senso attribuito al suo sforzo narrativo: l’auspicio di Lea è che “possa il ricordo illuminarmi colla sua luce il cammino anche quando il dono della gioventù sarà ormai svanito per sempre”.

(Dalla Prefazione di Daniela Belliti)

Lea Melani nasce a Pistoia il 3 novembre 1922. Unica figlia di un dipendente delle Officine delle Regie Ferrovie e di una camiciaia. Nel 1942 consegue il diploma di Maturità Magistrale al Regio Istituto “Atto Vannucci” di Pistoia. Nello stesso anno inizia a lavorare all’Ufficio paghe delle Officine San Giorgio, dove rimarrà per poco più di un anno, durante il quale si prepara all’esame di ammissione alla facoltà di Magistero di Firenze. Nel 1953 consegue a Firenze il diploma della scuola Magistrale Ortofrenica per l’abilitazione all’insegnamento ai “fanciulli anormali psichici”. Nel 1956 si sposa e nel 1958 nasce l’unica figlia, Susanna. Nel 1947 vince il Concorso Magistrale Nazionale e dal 1948 al 1950 insegna a Casalbordino (CH). Ritorna a Pistoia dove insegnerà in varie scuole della provincia e della città fino al 1982, anno in cui va in pensione. Muore a San Marcello Pistoiese nel 2013. 

Presentazione "Il diario di Lea" a cura di Susanna Daniele

Categoria: Eventi
Pubblicato: Sabato, 16 Aprile 2022
Scritto da Administrator - Lavinia

Vi aspettiamo:

Giovedì 12 Maggio 2022 ore 16,30
presso la Biblioteca Comunale "Giuseppe Giusti"
di Monsummano Terme.

Interverranno:

Matteo Mazzone - Università di Firenze
Susanna Daniele - Giornalista e curatrice del libro
Silvia Prioreschi - Attrice

"Sono fermate, in queste pagine ingiallite dal tempo, piccole storie che intersecano la grande Storia. Credo di essere stata la prima persona, da allora, ad aver aperto e letto quel diario che ho trascritto non soltanto con la devozione di figlia, ma anche con l’atteggiamento di chi trova un documento storico unico e decide di consegnarlo alla memoria della collettività."

(Dall’introduzione di Susanna Daniele)

Lea ha consegnato a queste pagine il racconto vivo della sua giovinezza, trascorsa durante gli anni più terribili della Seconda guerra mondiale, dalla fine del 1942 all’estate del 1944. Colpisce la matura consapevolezza della ragazza, che nell’incipit del diario esplicita il senso attribuito al suo sforzo narrativo: l’auspicio di Lea è che “possa il ricordo illuminarmi colla sua luce il cammino anche quando il dono della gioventù sarà ormai svanito per sempre”.

(Dalla Prefazione di Daniela Belliti)

Lea Melani nasce a Pistoia il 3 novembre 1922. Unica figlia di un dipendente delle Officine delle Regie Ferrovie e di una camiciaia. Nel 1942 consegue il diploma di Maturità Magistrale al Regio Istituto “Atto Vannucci” di Pistoia. Nello stesso anno inizia a lavorare all’Ufficio paghe delle Officine San Giorgio, dove rimarrà per poco più di un anno, durante il quale si prepara all’esame di ammissione alla facoltà di Magistero di Firenze. Nel 1953 consegue a Firenze il diploma della scuola Magistrale Ortofrenica per l’abilitazione all’insegnamento ai “fanciulli anormali psichici”. Nel 1956 si sposa e nel 1958 nasce l’unica figlia, Susanna. Nel 1947 vince il Concorso Magistrale Nazionale e dal 1948 al 1950 insegna a Casalbordino (CH). Ritorna a Pistoia dove insegnerà in varie scuole della provincia e della città fino al 1982, anno in cui va in pensione. Muore a San Marcello Pistoiese nel 2013. 

Premio Letterario Nazionale Maria Maddalena Morelli "Corilla Olimpica" - Città di Pistoia PREMIAZIONE

Categoria: Eventi
Pubblicato: Giovedì, 02 Dicembre 2021
Scritto da Administrator - Lavinia

Il presidente del Premio Maria Maddalena Morelli “Corilla Olimpica” – città di Pistoia:

- vista e approvata la validità di tutti i partecipanti al Premio;

- vista e approvata la validità dei voti della commissione giudicatrice, composta da: Andrea Bassani, Francesca Cialdini, Gabriella Grande, Ernesto Marchese, Marco Marchi, Erika Bertelli, Giacomo Trinci e dallo stesso presidente Matteo Mazzone

decreta come vincitori delle due categorie, rispettivamente

Categoria istituti superiori:

  • Primo premio assoluto a Linda Vincenzi (Sermide, MN);

Categoria adulti:

  • Primo premio a Salvatore Lanno (Rosate, MI);
  • Secondo premio a Alessandro Agostini (Serravalle Pistoiese, PT)
  • Terzo premio a Sara D’Aniello (Fondi, LT);
  • Menzione d’onore ad Andreina Trusgnach (San Leonardo, UD).

 La Cerimonia di Premiazione, patrocinata da Regione Toscana, Provincia di Pistoia e Comune di Pistoia e con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, si terrà sabato 11 Dicembre 2021, ore 17:00, presso la Sala Maggiore del Comune di Pistoia.

Si ricorda, inoltre, che durante la Cerimonia sarà conferito il Premio Speciale Maria Maddalena Morelli – “Corilla Olimpica” alla poetessa Mariella Bettarini.

Gli interventi musicali saranno a cura del Duo Mila; in occasione della premiazione sarà esposta la corona appartenuta a Maria Maddalena Morelli “Corilla Olimpica”.

 Il Presidente del Premio

 Matteo Mazzone

 

Per la partecipazione all’evento è richiesta l’esibizione del Green Pass