JoomlaTemplates.me by HostMonster Reviews

Soave Sia L'Avvento 2019

Categoria: Eventi
Pubblicato: Sabato, 30 Novembre 2019
Scritto da Administrator - Lavinia

Grazie alla Collaborazione con Il Comune di Pistoia, il Patrocinio di Regione Toscana e Provincia di Pistoia e al contributo di Fondazione Cassa Di Risparmio di Pistoia e Pescia, “Soave Sia l’Avvento” raggiunge la sua settima edizione e si terrà all’interno di luoghi.

 La Rassegna nacque nel 2010 per il forte desiderio di Mons. Fiorati di restituire alla città di Pistoia il piacere di gustare la perfezione acustica della Basilica Santuario “Vergine dell’Umiltà”. Qui si tennero le prime quattro edizioni; con il 2016 l’Associazione “Etruria Faber Music” ha ripreso il progetto, organizzando la rassegna anche in altri luoghi “gioiello” della Città, come le chiese Santa Maria delle Grazie (alias “del Letto”) e Sant’Ignazio di Lojola (Santo Spirito). "Soave Sia l'Avvento" offre una panoramica compositiva che si estende dal classico al moderno, soffermandosi anche sul contemporaneo. Anche per questo anno si esibiranno musicisti di rilievo nazionale ed internazionale.

Tutti i concerti della manifestazione sono ad Ingresso Libero

La manifestazione è stata inserita nel calendario degli eventi de “Il Natale colora la Cultura” e si aprirà Sabato 07 Dicembre 2019 alle ore 18.00 con il Sabato 7 Dicembre 2019: "Io La Musica Son" - Floriano D'Auria nella splendida cornice della sala Parmiggiani di Palazzo Fabroni.

Seguiranno poi i concerti:

Giovedì 19 dicembre ore 16.00 “Auguri in musica dalla forteguerriana e dagli amici della Biblioteca” = Concerto di Arpa di Elena Castini presso la Sala Gatteschi della Biblioteca Forteguerriana;

Sabato 21 dicembre ore 18.00 “Donne in Musica – Armonie al Femminile dal ‘500 al ‘900” = Concerto del Duo Mila (Federica Baronti, Flauto – Diana Colosi, Arpa) presso la sala Parmiggiani di Palazzo Fabroni;

Sabato 28 dicembre ore 18.00 Concerto del Duo Waldhorn (Gabriele Falcioni, Corno – Lavinia Cioli, Pianoforte) presso la sala Maggiore del Comune di Pistoia;

L’Associazione ringrazia il Comune di Pistoia, l’Ufficio Cultura del Comune di Pistoia, la Dott.ssa Elena Testa Ferrata e la Dott.ssa Maria Stella Rasetti.

Esito III Edizione Premio Letterario Nazionale Maria Maddalena Morelli “Corilla Olimpica” – CITTÀ DI PISTOIA

Categoria: Eventi
Pubblicato: Sabato, 30 Novembre 2019
Scritto da Administrator - Lavinia

Premio Letterario Nazionale

Maria Maddalena Morelli “Corilla Olimpica”

– CITTÀ DI PISTOIA

 III Edizione

 Pistoia, 26 Novembre 2019

 Il presidente del Premio Maria Maddalena Morelli “Corilla Olimpica” - città di Pistoia

  • vista e approvata la validità di tutti i partecipanti al Premio;
  • vista e approvata la validità dei voti della commissione giudicatrice, composta da: Andrea Bassani (poeta), Francesca Cialdini (storica della lingua italiana) Gabriella Grande (poetessa), Ernesto Marchese (critico letterario), Marco Marchi (critico letterario ed ex docente universitario), Erika Bertelli (dottore di ricerca in letteratura italiana), Giacomo Trinci (poeta) e dallo stesso presidente Matteo Mazzone (dottorando in linguistica italiana);

DECRETA i vincitori delle quattro categorie, rispettivamente:

Categoria A (scuole elementari): primo premio assoluto a Eirene Nesti (Pistoia);

Categoria B (classi medie): primo premio assoluto a Elena Mora (Parma);

Categoria C (istituti superiori):

  • Primo premio a Cloe Buralli (Buggiano, PT) - IV Liceo Liceo Classico Statale "C. Lorenzini" di Pescia (PT);
  • Secondo premio a Ye Congle (Montecatini Terme, PT) - Istituto Tecnico Tecnologico Statale Silvano Fedi-Enrico Fermi di Pistoia;
  • Terzo premio a Giada Frosini (Serravalle Pistoiese);

Categoria D (adulti):

  • Primo premio a Pietro Catalano (Roma);
  • Secondo premio a Gennaro De Falco (Milano);
  • Terzo premio a Simona Grillo (Crotone).

 

La Cerimonia di Premiazione, patrocinata dal Comune di Pistoia, dalla Provincia di Pistoia e dalla Regione Toscana, si terrà sabato 14 Dicembre 2019, ore 17:00 presso la Sala Maggiore del Comune di Pistoia.

Sabato 7 Dicembre 2019: "Io La Musica Son" - Floriano D'Auria

Categoria: Eventi
Pubblicato: Venerdì, 06 Dicembre 2019
Scritto da Administrator - Lavinia

Il programma che presentiamo stasera prende il suo nome da una frase del Prologo dell'Orfeo di Monteverdi: “Io la Musica son...” e infatti la Musica vuole esserne il filo conduttore, la cornice ideale entro la quale esso si svolge, mentre la cornice temporale è quella dell'intera età barocca.

Agli inizi e nella prima metà del Seicento, dunque nel primo barocco, si svolge la prima “scena”, proponendo un estratto da ciascuna delle tre opere monteverdiane giunte fino a noi. In questi primordi della storia dell'opera, gli ariosi si alternano a brani strofici e a parti in “recitar cantando”.

Nel summenzionato Prologo dell'Orfeo è la personificazione della Musica stessa a raccontarci di come essa muova gli affetti più vari anche nei più freddi cuori, e ad invitare al silenzio perfino gli uccelli ed i venti mentre si dipanerà il racconto del mito.

Nel più tardo Prologo al Ritorno di Ulisse in patria invece parla l'Humana Fragilità, sempre in balìa del Tempo, della Fortuna e dell'Amore. Dell'Incoronazione di Poppea, opera matura di Monteverdi, lontana nel tempo ma ancora così attuale, abbiamo scelto l'aria iniziale di Ottone (“cavatina”, si dirà in epoca ben più tarda) in cui il “principalissimo cavaliero” si strugge per l'amore di Poppea, oramai non più corrisposto.

La parte centrale, “Intermezzo”, il cui nome è un omaggio alla rassegna musicale che ci ospita, presenta brani sacri del barocco più tardo: un versetto dal Magnificat di Bach e quattro arie dal Messiah di Händel, veri e propri monumenti della storia della musica tradizionalmente eseguiti (anche) in tempo di Avvento.

Ancora di ambito anglosassone, ma di epoca leggermente più antica (fine Seicento, dunque barocco di mezzo) è la seconda “scena”, interamente dedicata a Purcell, che mutua il nome da una raccolta a stampa di “Songs” del compositore inglese. Abbiamo perciò due arie da The Fairy Queen, la prima in cui il personaggio allegorico del Segreto ci svela come esso e la Notte possano prolungare i piaceri in mille modi, la seconda in cui una ninfa si interroga sulla natura ad un tempo dolce ed amara dell'amore.

Proseguiamo con l'aria della Seconda Donna dal Dido and Aeneas, brano dall'atmosfera bucolica ed arcadica costruito sopra un basso ostinato (“ground”, secondo la terminologia inglese del tempo). Col brano finale, anch'esso su “ground”, richiudiamo la cornice ideale della Musica, il cui potere salvifico riesce, per un poco, ad allontanare le preoccupazioni e a lenire gli affanni.

Floriano D'Auria

PROGRAMMA

Scena prima: L'alba dell'Opera

Claudio Monteverdi (1567-1643)

da “L'Orfeo” - Prologo: la Musica "Dal mio Parnasso amato"

da “Il ritorno di Ulisse in Patria” - Prologo: “L'humana Fragilità”

da “L'incoronazione di Poppea ” - Ottone: "E pur io torno"

Intermezzo: Soave sia l'Avvento

Johann Sebastian Bach (1685-1750)

da “Magnificat” BWV 243 - "Esurientes implevit bonis"

Georg Friedrich Haendel (1685-1759)                                   

da “Messiah” HWV 56

"But who may abide the day of His coming"

"Behold, a virgin shall conceive - O thou that tellest good tidings to Zion"

"He was despised"

"Thou art gone up on High

Scena seconda: Orpheus Britannicus

Henry Purcell (1659-1695)                                              

  da “The Fairy-Queen” Z 629 - "One Charming Night"

"If love's a sweet passion”'

da “Dido and Aeneas” Z 626 - "Oft she visits this lone mountain"

da “Oedipus” Z 583 - "Music for a while"

Esiti Ufficiali della IV Edizione del Premio "F. Petrarca - Città di Arezzo"

Categoria: Eventi
Pubblicato: Domenica, 21 Luglio 2019
Scritto da Administrator - Lavinia

Esiti Ufficiali della

IV Edizione del Premio

"F. Petrarca - Città di Arezzo"

CATEGORIA RAGAZZI


1° Premio PICCOLO PARADISO di MELISSA STORCHI (Bibbiano - RE)
Il testo si fa apprezzare per solidità costruttiva e freschezza di immagini e pensieri culturalmente mediati. Un presagio di inquietudine esistenziale è veicolato da non comuni capacità espressive.

2° Premio VIVERE DI POESIA di RACHELE BOLOGNINI (Massa e Cozzile - PT)
Testo coerente con quello che si potrebbe definire l’originale aprosdòketon della chiusa. Pregevole anche la padronanza della lingua e l’individuazione di un andamento ritmico si accattivante efficacia.

3* Premio DAMMI LA MANO di CHIARA DE CILLIS (Balestrate - PA)
Il testo appare frutto maturo di vaste e meditate letture. Ardite metafore sostengono, con efficace padronanza dei mezzi espressivi, la proposta sempre più incalzante e drammatica dell’invocazione iniziale.

CATEGORIA ADULTI - Segnalazioni di Merito


LA CASA PERDUTA di Antonella Sozio (Venafro – IS) 
La poesia ha per tema il muto colloquio con la dimora di famiglia, ora vuota e silente, a cui l'autore sente di appartenere profondamente per l'eco dei ricordi, che ne fanno "un caldo cuore di pietra" . Si segnala il sapiente uso delle figure retoriche del suono e del significato.

TENERI FILI DI VERDE di Giuseppe Barin (Noale – VE) 
La poesia è un vivo quadretto di natura in cui ogni elemento sembra risvegliarsi nei suoi colori e suoni. Attraverso un sapiente uso della personificazione e della metafora l'autore delinea in rapporto stretto tra sè e la nascente primavera, colta nei suoi particolari.

SCOPRIRE? LA GIOIA! di Antonio Sbarra (Cortona - AR)
Il testo si distingue per il ritmo dei novenari suddivisi in sette strofe. Il tema dell'ultimo saluto ad una persona cara si veste di un linguaggio a volte aulico, ma il contesto di tristezza e del tempo "occhiuto tiranno" si converte in gioia nel finale grazie all'irrompere di una giovanissima vita.

CATEGORIA ADULTI 


1° premio RITORNO ALLA TERRA di Cosimo Rotolo (Pescara)
Il testo evoca i sentimenti di un marinaio che, come indica il titolo, fa ritorno alla terra degli avi, unendo nei versi il campo semantico marittimo con quello del lavoro agricolo. Apprezzabile il ritmo anaforico e le immagini legate a gesti e momenti di vita vissuta.

2^ Premio DENTRO UNA LACRIMA D'AZZURRO di Rita Muscardin (Savona)
Il testo è pervaso di malinconia e dolore per la perdita di una persona amata, evocata e rimpianta attraverso immagini legate alle stagioni, al cielo e al mare. Il ritmo è dolce e armonioso.

3^ Premio PARCO GIOCHI PARADISO di Flavio Provini (Milano)
La poesia, come indica il sottotitolo, si distingue per il tema delicato e originale. L'autore, proiettando nell'al di là i pensieri e i sogni di un bimbo gravemente malato, crea immagini di grande sensibilità e colore in un linguaggio ben costruito metricamente. Testo che, come gli altri due inviati dall'autore, scandisce sentimenti universali. Editor sì/no

Le nostre congratulazioni a tutti i poeti e un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione della IV Edizione del Premio di Poesia.
Un ringraziamento particolare agli Enti che hanno concesso il patrocinio, Regione Toscana, Provincia di Arezzo e Comune di Arezzo.
Alla prossima Edizione!