JoomlaTemplates.me by HostMonster Reviews

IL DUO WALDHORN chiude la rassegna “Soave Sia l’Avvento”

Categoria: Eventi
Pubblicato: Venerdì, 27 Dicembre 2019
Scritto da Administrator - Lavinia

IL DUO WALDHORN chiude la rassegna “Soave Sia l’Avvento”

Sabato 28 Dicembre ore 18,00 presso la Sala Maggiore del Palazzo Comunale il duo Waldhorn (M° G. Falcioni, Corno - L. Cioli, Pianoforte) chiuderà la VII Edizione di “Soave Sia l’Avvento ” – I Concerti dell’Attesa e del Natale. Il programma spazierà dal classico al contemporaneo, con musiche di Saint-Saens, Strauss, Sinigaglia, fino a Piazzolla e Morricone. Il concerto è ad Ingresso Libero.

La manifestazione, curata dall’Associazione “Etruria Faber Music” è resa possibile grazie alla collaborazione del Comune di Pistoia, il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio e al Patrocinio di Regione Toscana e Provincia di Pistoia.

Curriculum:
Gabriele Falcioni (CORNO), Nato a Terni, si diploma in corno presso il Conservatorio “B. Marcello”di Venezia. Si perfeziona presso l'Accademia del Teatro alla Scala e l' Accademia “A.Toscanini” sotto la guida di Hermann Baumann e Radek Baborak. Frequenta master class con Stefan Dohr e Radovan Vlatkovic ed il corso annuale con Alessio Allegrini presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. Vincitore e finalista di concorsi nazionali ed internazionali per corno: Concorso "Santa Cecilia", Concorso "Zoppi" , Concorso "Ceccarossi" .Ha vinto ed è risultato idoneo nelle audizioni e nei concorsi presso quasi tutte le principali orchestre d'Italia.
Scelto da Riccardo Muti nell'Orchestra Cherubini, ha collaborato con Claudio Abbado nell'Orchestra Mozart. Già primo idoneo al concorso per III corno presso il teatro lirico di Cagliari, nel 2010 ha vinto l'audizione per I corno solista presso il Teatro alla Scala di Milano collaborando per 3 stagioni sotto la guida di D.Barenboim. Nel 2015 è risultato vincitore del concorso per I corno presso il Teatro Petruzzelli di Bari, dove ha suonato per circa un anno. A settembre 2016 ha vinto un trial period come Principal Horn presso la Royal Philharmonic Orchestra di Londra e da novembre ha cominciato la collaborazione anche con la Mozarteum Orchester Salzburg sempre come primo corno. Ha collaborato inoltre con la Philharmonia Orchestra di Londra, l'Orchestra della Radio della Svizzera Italiana di Lugano e con l'Orchestre de Chambre di Lausanne.
Si è esibito nei più importanti Teatri del mondo: La Scala Milano, Royal Albert Hall Londra,Vienna Musikverein, Philharmonie Berlin, Kennedy Hall Washington, Tohnalle Zurigo,Mozarteum Salisburgo, Suntory Hall Tokyo, ecc ; sotto la guida dei più grandi direttori d'orchestra:Abbado,Gatti,Muti,Barenboim, Luisi, Chailly, Maazel, Dudamel, Gergiev,Pappano,Pretre, Harding, Chung,Tate,Masur, Temirkanov, Bichkov, Askenhazy, Inbal, Rostropovic, ecc. Ha registrato gran parte del repertorio cornistico per RAI , DECCA,SONY, EMI, Warner, BBC.
Ha insegnato nell'Istituto pareggiato “G.B.Pergolesi” di Ancona, i conservatori di Padova, Castelfranco Veneto e Monopoli. Sovente è invitato come componente di giurie di concorsi ed in veste di docente in masterclass in Italia e all'estero (Italian Brass week 2012). Dall'anno accademico 2016-2017 è docente di corno presso l'Istituto Superiore di studi musicali "R.Franci" di Siena.

Lavinia Cioli (PIANOFORTE): Diplomata in pianoforte presso il Conservatorio “G. Frescobaldi”, Ferrara, laureata in Psicologia con il massimo dei voti presso l’Università degli Studi di Firenze e Laureata (I livello) in Musica Corale e Direzione di Coro presso il Conservatorio Statale “L. Cherubini” di Firenze. Ha approfondito lo studio di tecnica ed espressione pianistica con G. Musiani e R. Cellini. Ha partecipato a seminari di Studio tenuti dai Maestri M. Fracassini, F. Lombardo. Ha iniziato gli studi musicali all’età di 4 anni e all'età di 12 anni si è esibita nella chiesa di San Cristoforo a Lucca nel suo primo concerto solista.
Ha collaborato, come pianista accompagnatore con il mezzo soprano M. G. Alessandrini per concerti e per l’incisione di alcuni brani raccolti nel CD “Opera live vol.- 2”. Nel 2010 ha suonato all’interno della manifestazione “Music 4 Haiti – Gran Galà di Beneficienza per le vittime del terremoto di Haiti”, presso il Teatro Comunale “G. Verdi” di Terni.
Si è esibita come solista e in formazioni da camera in numerose città italiane: Lucca, Arezzo, Pistoia, Firenze, Venezia, Todi, Terni, Bologna e ha preso parte al Concerto “W L’Italia” in occasione del gemellaggio Roma III-Cipro, Auditorium di Aglantia, Nicosia (Cipro).
Ha eseguito, assieme al M° G. Cosmi (curatore della revisione) la Riduzione per Pianoforte a 4 mani dell’ultimo tempo del Quartetto in Re, di G. Puccini (Inedito) e l’inedito Marcia per Organo di G. Puccini sul pianoforte Steinway della villa di Torre del Lago, alla presenza di Simonetta Puccini.
Ha collaborato con l’Associazione “Firenze Musica”, assieme al coro “Città di Firenze” diretto dal M° C. Anastasi in occasione della presentazione di brani inediti di Donato Ricchezza e come pianista accompagnatore (basso continuo) in Stabat Mater di G. B. Pergolesi, organizzato da Compagnia di “Pier Pettinaio”. Ha collaborato con orchestra “Il Mosaico” (basso continuo) per “Antonio Vivaldi: Beatus Vir e Dixit Dominus” per soli, 2 cori e 2 orchestre, direttore M° A. Bartolozzi, presso Chiostro degli agostiniani, Empoli.
Dal 2018 ha ripreso la carriera da solista esibendosi presso Teatro Comunale di Tor Bella Monaca (Roma) e Rocca Colonna (Castelnuovo di Porto, Roma).
Ha composto brani di musica sacra e un accompagnamento musicale in stile ragtime per il Cortometraggio realizzato da Zona Teatro Libero sul progetto “Artoteca San Giorgio”, in occasione del Decennale della Biblioteca Comunale San Giorgio (Pistoia).

Programma:
C. E. Saint Saens – Romanza op.36
R. Schumann – Adagio e Allegro op. 70
L. Sinigaglia – Lied Op. 28 n. 1
F. Strauss – Nocturne Op. 7
C. De Crescenzo – Notturno Op. 120 n.1
L. Bacalov – Tema da “Il Postino”
A. Piazzolla – Adios Nonino
A. Piazzolla – Oblivion
E. Morricone – Tema da “La leggenda del Pianista sull’oceano”

Si informa, inoltre, che è possibile essere sempre aggiornati su gli eventi organizzati dall’Associazione “Etruria Faber Music” inviando una email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o visitando il sito ufficiale www.etruriafabermusic.com. L’associazione è presente anche su Facebook, Twitter e, estratti dei concerti saranno visibili sul canale YouTube “EtruriaFaber”.

L’Associazione ringrazia il Comune di Pistoia, l’Ufficio Cultura del Comune di Pistoia, la Dott.ssa Elena Testa Ferrata e la Dott.ssa Maria Stella Rasetti.

Per informazioni: www.etruriafabermusic.com, email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Io Scrivo, Tu Leggi, Egli Ascolta: Incontro con Rita Stilli

Categoria: Eventi
Pubblicato: Mercoledì, 11 Dicembre 2019
Scritto da Administrator - Lavinia

Gli Eventi della Cerimonia di Premiazione:
Io Scrivo, Tu Leggi egli Ascolta – Incontro con la Poetessa Pistoiese Rita Stilli

Grazie alla Collaborazione con il Comune di Pistoia, al Patrocinio della Regione Toscana e della Provincia di Pistoia si rinnova l’appuntamento con la cerimonia di premiazione del Premio letterario nazionale  Maria Maddalena Morelli “Corilla Olimpica”.

Figura particolare per l’età in cui visse, nel 1771 la poetessa pistoiese Maria Maddalena Morelli (1727-1800) entrò a far parte dell'Accademia romana dell'Arcadia, con lo pseudonimo di Corilla Olimpica.  È proprio attraverso il ricordo dell’Artista cui il Premio è intitolato che il concorso vuole fornire la possibilità ad appassionati della cultura, tra scrittori e poeti, di fruire di una occasione di visibilità e di incontro.

In attesa della Cerimonia Conclusiva di Premiazione, che si terrà Sabato 14 Dicembre alle ore 17,00 presso la Sala Maggiore del Comune di Pistoia, l’evento prevede anche un altro incontro dal Titolo “Io Scrivo, Tu Leggi, Egli Ascolta” dedicato a poetesse del territorio pistoiese. Questo anno l’incontro sarà con la poetessa Rita Stilli, scrittrice con riconoscimenti quali terzo premio “La Pira”, il cui ultimo lavoro è “Roberto Carifi: la compassione e il pensiero” una biografia poetica di un gigante della poesia italiana.

L’incontro si terrà Mercoledì 11 Dicembre alle ore 16,30 presso Libreria Il Globo, le poesie saranno interpretate da Mimma Melani con brevi interventi musicali al Salterio.

L’evento è ad ingresso libero.

Sabato 7 Dicembre 2019: "Io La Musica Son" - Floriano D'Auria

Categoria: Eventi
Pubblicato: Venerdì, 06 Dicembre 2019
Scritto da Administrator - Lavinia

Il programma che presentiamo stasera prende il suo nome da una frase del Prologo dell'Orfeo di Monteverdi: “Io la Musica son...” e infatti la Musica vuole esserne il filo conduttore, la cornice ideale entro la quale esso si svolge, mentre la cornice temporale è quella dell'intera età barocca.

Agli inizi e nella prima metà del Seicento, dunque nel primo barocco, si svolge la prima “scena”, proponendo un estratto da ciascuna delle tre opere monteverdiane giunte fino a noi. In questi primordi della storia dell'opera, gli ariosi si alternano a brani strofici e a parti in “recitar cantando”.

Nel summenzionato Prologo dell'Orfeo è la personificazione della Musica stessa a raccontarci di come essa muova gli affetti più vari anche nei più freddi cuori, e ad invitare al silenzio perfino gli uccelli ed i venti mentre si dipanerà il racconto del mito.

Nel più tardo Prologo al Ritorno di Ulisse in patria invece parla l'Humana Fragilità, sempre in balìa del Tempo, della Fortuna e dell'Amore. Dell'Incoronazione di Poppea, opera matura di Monteverdi, lontana nel tempo ma ancora così attuale, abbiamo scelto l'aria iniziale di Ottone (“cavatina”, si dirà in epoca ben più tarda) in cui il “principalissimo cavaliero” si strugge per l'amore di Poppea, oramai non più corrisposto.

La parte centrale, “Intermezzo”, il cui nome è un omaggio alla rassegna musicale che ci ospita, presenta brani sacri del barocco più tardo: un versetto dal Magnificat di Bach e quattro arie dal Messiah di Händel, veri e propri monumenti della storia della musica tradizionalmente eseguiti (anche) in tempo di Avvento.

Ancora di ambito anglosassone, ma di epoca leggermente più antica (fine Seicento, dunque barocco di mezzo) è la seconda “scena”, interamente dedicata a Purcell, che mutua il nome da una raccolta a stampa di “Songs” del compositore inglese. Abbiamo perciò due arie da The Fairy Queen, la prima in cui il personaggio allegorico del Segreto ci svela come esso e la Notte possano prolungare i piaceri in mille modi, la seconda in cui una ninfa si interroga sulla natura ad un tempo dolce ed amara dell'amore.

Proseguiamo con l'aria della Seconda Donna dal Dido and Aeneas, brano dall'atmosfera bucolica ed arcadica costruito sopra un basso ostinato (“ground”, secondo la terminologia inglese del tempo). Col brano finale, anch'esso su “ground”, richiudiamo la cornice ideale della Musica, il cui potere salvifico riesce, per un poco, ad allontanare le preoccupazioni e a lenire gli affanni.

Floriano D'Auria

PROGRAMMA

Scena prima: L'alba dell'Opera

Claudio Monteverdi (1567-1643)

da “L'Orfeo” - Prologo: la Musica "Dal mio Parnasso amato"

da “Il ritorno di Ulisse in Patria” - Prologo: “L'humana Fragilità”

da “L'incoronazione di Poppea ” - Ottone: "E pur io torno"

Intermezzo: Soave sia l'Avvento

Johann Sebastian Bach (1685-1750)

da “Magnificat” BWV 243 - "Esurientes implevit bonis"

Georg Friedrich Haendel (1685-1759)                                   

da “Messiah” HWV 56

"But who may abide the day of His coming"

"Behold, a virgin shall conceive - O thou that tellest good tidings to Zion"

"He was despised"

"Thou art gone up on High

Scena seconda: Orpheus Britannicus

Henry Purcell (1659-1695)                                              

  da “The Fairy-Queen” Z 629 - "One Charming Night"

"If love's a sweet passion”'

da “Dido and Aeneas” Z 626 - "Oft she visits this lone mountain"

da “Oedipus” Z 583 - "Music for a while"

Soave Sia L'Avvento 2019

Categoria: Eventi
Pubblicato: Sabato, 30 Novembre 2019
Scritto da Administrator - Lavinia

Grazie alla Collaborazione con Il Comune di Pistoia, il Patrocinio di Regione Toscana e Provincia di Pistoia e al contributo di Fondazione Cassa Di Risparmio di Pistoia e Pescia, “Soave Sia l’Avvento” raggiunge la sua settima edizione e si terrà all’interno di luoghi.

 La Rassegna nacque nel 2010 per il forte desiderio di Mons. Fiorati di restituire alla città di Pistoia il piacere di gustare la perfezione acustica della Basilica Santuario “Vergine dell’Umiltà”. Qui si tennero le prime quattro edizioni; con il 2016 l’Associazione “Etruria Faber Music” ha ripreso il progetto, organizzando la rassegna anche in altri luoghi “gioiello” della Città, come le chiese Santa Maria delle Grazie (alias “del Letto”) e Sant’Ignazio di Lojola (Santo Spirito). "Soave Sia l'Avvento" offre una panoramica compositiva che si estende dal classico al moderno, soffermandosi anche sul contemporaneo. Anche per questo anno si esibiranno musicisti di rilievo nazionale ed internazionale.

Tutti i concerti della manifestazione sono ad Ingresso Libero

La manifestazione è stata inserita nel calendario degli eventi de “Il Natale colora la Cultura” e si aprirà Sabato 07 Dicembre 2019 alle ore 18.00 con il Sabato 7 Dicembre 2019: "Io La Musica Son" - Floriano D'Auria nella splendida cornice della sala Parmiggiani di Palazzo Fabroni.

Seguiranno poi i concerti:

Giovedì 19 dicembre ore 16.00 “Auguri in musica dalla forteguerriana e dagli amici della Biblioteca” = Concerto di Arpa di Elena Castini presso la Sala Gatteschi della Biblioteca Forteguerriana;

Sabato 21 dicembre ore 18.00 “Donne in Musica – Armonie al Femminile dal ‘500 al ‘900” = Concerto del Duo Mila (Federica Baronti, Flauto – Diana Colosi, Arpa) presso la sala Parmiggiani di Palazzo Fabroni;

Sabato 28 dicembre ore 18.00 Concerto del Duo Waldhorn (Gabriele Falcioni, Corno – Lavinia Cioli, Pianoforte) presso la sala Maggiore del Comune di Pistoia;

L’Associazione ringrazia il Comune di Pistoia, l’Ufficio Cultura del Comune di Pistoia, la Dott.ssa Elena Testa Ferrata e la Dott.ssa Maria Stella Rasetti.